La regola dei tre colori è ormai famosa per essere la prima istruzione da seguire quando si tratta di creare outfit e nuovi look. Ma abbinare tre colori può davvero salvare il nostro stile? Beh, dipende da quali colori si scelgono perché c’è sempre il rischio di cadere nel cattivo gusto.
Allora cosa bisogna fare per non sbagliare? Innanzitutto comprendere che non tutti i colori ci donano e che molto possono aiutarci il colore della nostra carnagione e quello dei capelli, ed anche la nostra forma fisica.
Capire quali sono i colori giusti per voi non è difficile. Basterà guardare l’effetto che hanno sul vostro viso alla luce del sole. Ci sono tonalità che vi spengono ed altre che invece mettono in rilievo i vostri difetti. Quelle sono assolutamente da evitare. Ma ce ne sono altre in grado di illuminarvi e di aiutare a nascondere le imperfezioni. Sono queste quelle da prendere in considerazione.
In genere, giusto per fare qualche esempio, a chi ha i capelli biondi, la carnagione chiara e i toni freddi, stanno bene tutti i colori tranne il beige. Capelli scuri, carnagione scura e toni caldi invece preferiscono dei colori chiari e sgargianti.
Ma tutti i colori stanno bene tra di loro? No, per niente, anzi. Il cerchio di Itten viene in vostro aiuto per stabilire cosa si può accostare e cosa invece no. I colori vicini non si abbinano mai, al contrario degli opposti e delle diverse tonalità di uno stesso colore.
Ricordate anche che ci sono dei colori che aiutano fisici particolari, com’è il caso del classico bianco, che, pur essendo un colore che sta con tutto, non è adatto a tutte. Infatti tende ad accentuare le forme, soprattutto se si tratta di capi molto attillati. Al contrario, il nero è amico delle curve perché le attenua, ma non è abbinabile a tutte le tonalità.
Creare un look è quindi questione di ragionamento e non una follia del momento (come quei capi acquistati sulla scia di chissà che e mai indossati). La regola dei tre colori stabilisce che, seguendo il cerchio di Itten, si possono abbinare massimo tre colori, per non rischiare di diventare un arcobaleno che cammina. Adesso siete libere di sbizzarrirvi.

La regola dei tre colori per non sbagliare look 2