Stando ad una ricerca scientifica, avere una camera profumata può aiutarci a fare dei bei sogni. È la conferma di quanto ci dicevano le nonne, secondo cui il buon profumo delle lenzuola appena lavate, aiuta a conciliare un sonno piacevole.
Quante volte abbiamo sentito dire che la camera da letto non deve essere particolarmente profumata e che le candele aromatiche e l’incenso devono stare ben lontani dalla zona notte? Niente di più sbagliato. La scienza finalmente ce lo conferma.
È stato uno scienziato tedesco, Boris Stuck, del Policlinico ospedaliero di Mannheim, a portare avanti quest’interessante ricerca, presentata al congresso annuale dell’American Academy of Otolaryngology a Chicago. Ha scoperto infatti che esiste un legame tra il sonno e l’olfatto.
Per questo motivo possiamo affermare con certezza che il vostro naso può guidarvi verso dei sogni sereni. Gli odori percepiti infatti vanno a influire sui sogni. A fragranze sgradevoli corrispondono brutti sogni. A quelle piacevoli, bei sogni.
La ricerca ha coinvolto delle persone che hanno provato ogni notte delle profumazioni diverse. Quando gli odori erano cattivi, facevano dei brutti sogni. Quando invece gli odori erano gradevoli, i sogni diventavano piacevoli.
Per fare dei sogni meravigliosi quindi i profumi possono essere davvero d’aiuto. Per questo motivo candele e incensi sono stati rivalutati e riammessi a far parte della vostra camera da letto, oltre che del resto dell’abitazione.
Ma se non siete abituati ad avere in giro per la casa delle profumazioni intense, potete iniziare a fare amicizia con dei profumatori d’ambiente. Se l’idea vi piacerà, sarà facile poi passare alle candele ed agli incensi.
Per la camera da letto, in particolare, dovete però preferire delle fragranze molto delicate. Gli odori forti non farebbero che infastidirvi e non riuscireste a prendere sonno. Meglio quindi fare molta attenzione agli aromi scelti.