Manca poco al parto e quando arrivano le prime doglie la confusione spesso diventa proprietaria delle menti di tutti, sia delle future madri che dei futuri padri. Per questo motivo ragionare su cosa portare con se in ospedale può essere molto difficile.
Usanza ormai diffusa e comune a tutti coloro che non amano ridursi all’ultimo minuto, è quella di preparare un piccolo bagaglio da prendere al volo prima di uscire da casa. Sono poche le cose che bisogna portare con sé in ospedale, ma quali sono?
In ospedale infatti ormai si resta per poco tempo e non necessita portarsi dietro tutta la casa. Eppure ci sono delle cose a cui non si può fare a meno. Cerchiamo di fare un piccolo elenco.
Innanzitutto preparate il vostro bagaglio per tempo, magari quando mancano un mese o due allo scadere del tempo previsto dal medico. In questo modo non sarete colte di sorpresa da qualsiasi imprevisto.
Per prima cosa sarà necessario portare con voi la cartella clinica che avrete arricchito nel corso dei mesi di gravidanza. Qui ci saranno le ecografie e il monitoraggio della maternità. A questi sarà meglio aggiungere i vostri documenti, come la tessera sanitaria ecc.
Per quanto concerne gli indumenti, la futura mamma avrà bisogno di numerose camicie da notte e di una vestaglia. Oltre all’abbigliamento intimo, non dimenticate delle pantofole ed almeno un reggiseno da allattamento.
Portate degli asciugamani, per voi e per il piccolo. E magari anche un accappatoio, oltre che per voi, per il neonato. Molto dipende dagli ospedali. Alcuni sono decisamente più forniti.
Da prendere anche degli assorbenti post-parto e del detergente intimo, oltre al solito borsellino da bagno con dentifricio, spazzolino, shampoo, deodorante, spazzola e i soliti prodotti essenziali.
Per il piccolo in arrivo mettete in valigia i primi vestitini (tutine e body), i ciucci, i pannolini (anche se in genere se ne occupa l’ospedale) ed una copertina. Fate attenzione alle temperature!